Mobilità in deroga, in arrivo 4,4 milioni per il Piceno. Castelli: "Posta fine ad una grande ingiustizia"

guido castelli 3' di lettura 21/04/2021 - Con il Decreto interministeriale di mercoledì termina la beffa di 275 lavoratori locali appartenenti all’Area di crisi industriale. “Situazione che avevo a cuore per la quale mi sono battuto in ogni sede. Grazie all’On. Signeri e al Sottosegretario Accoto” le parole dell’Assessore.

“Oggi è stata posta fine ad una grande ingiustizia: quella di 275 lavoratori del Piceno rimasti senza lavoro e sostegni economici da oltre un anno per via di una assurda gestione dell’Area di crisi industriale”.

Sono le parole dell’Assessore regionale al Bilancio, con delega alle Aree di crisi industriali, Guido Castelli, assai soddisfatto per l’attesa pubblicazione avvenuta oggi del Decreto interministeriale con cui il Governo ha stanziato 10 milioni di Euro per le Marche atte a finanziare le mobilità in deroga rimaste sospese.

Era il febbraio del 2020, infatti, quando con sorpresa l’allora Regione Marche non era riuscita ad ottenere il finanziamento che avrebbe permesso a 275 lavoratori residenti o dipendenti nelle aziende dell’Area di crisi industriale del Piceno di continuare a godere dei sussidi previsti dalla mobilità in deroga. Un diritto acquisito al termine della fase di recepimento degli ammortizzatori sociali ordinari nel 2019 e maturato proprio in virtù dell’appartenenza ad un’Area di Crisi complessa. E così dopo il danno della totale assenza di sostegni economici anche la beffa, con i colleghi della vicina area di crisi, quella della Val Vibrata, che pur rientranti nell’ambito della stessa Area di crisi complessa, avevano invece continuato a beneficiare della mobilità.

“Una vicenda assurda che mi ha molto impegnato fin dal mio insediamento – spiega Castelli -. Non si sa ancora il perché di questa “grave distrazione” ma mi sono battuto in tutte le sedi possibili per arrivare ad una lieta conclusione, anche prevedendo tra le ipotesi quella di impegnare fondi diretti della stessa Regione. Un atto necessario e urgente visto che in assenza di continuità nella percezione dei sussidi, i lavoratori avrebbero perso la possibilità di godere degli ammortizzatori per tutto il 2021 e oltre”.

Il Decreto formalizzato oggi segue all’emendamento alla Legge di Bilancio 2021 dell’On. Enrica Segneri (Movimento 5Stelle) che chiedeva lo stanziamento di 10 milioni di Euro di sostegni in deroga per le Marche.

“In questi mesi sono stato in frequente contatto con tante persone coinvolte nella vicenda per le quali ho sempre garantito il massimo impegno. Oggi, finalmente, la nostra richiesta al Ministero del Lavoro ha avuto il lieto fine seppur con qualche mese di attesa – prosegue Castelli -. Ringrazio per il loro impegno sia l’On. Segneri che il Sottosegretario Rossella Accoto che ha seguito insieme a me questa vicenda. Resta ancora molto da fare per creare nuove condizioni occupazionali, ma il risultato di oggi rappresenta una vera boccata di ossigeno, scongiurando un assurdo danno economico per tante famiglie del Piceno”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2021 alle 17:35 sul giornale del 22 aprile 2021 - 118 letture

In questo articolo si parla di lavoro, ascoli piceno, sindaco, guido castelli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYNA





logoEV
logoEV