Recovery Plan, Disoccupati Piceni: "Profonda delusione, si continua ad elargire risorse pubbliche senza cogestione"

2' di lettura 03/05/2021 - L’Italia riceverà circa 240 miliardi, perché è la Nazione con il più alto numero di disoccupati e precari dell’Unione, ma nessuno ascolta le nostre proposte: cogestione, riduzione orario, salvagente e assicurazione civica, e spending review intesa come riduzione di sprechi e privilegi.

Nelle ultime finanziarie sono state elargiti centinaia di miliardi, per aiuti a fondo perduto alle imprese, partite iva, bonus, premi e aumenti ai dipendenti pubblici. Noi disoccupati, precari e pensionati, non abbiamo ricevuto niente, solo aumenti delle bollette e del carburante. Non è questa la strada per ridurre le disuguaglianze e la povertà crescente.

Per essere più chiari sono stati erogati centinaia di miliardi per imprese che sovente pagano le tasse all’estero, e pure chiudono e de-localizzano. Denari spesi per dare un aumento salariale, oppure un premio, a chi possiede già un posto stabile e spesso svolge due occupazioni. Invece per noi precari o disoccupati over50, che viviamo una situazione dove è già difficile oppure impossibile trovare un impiego, adesso dovremo pure aspettare 67 anni, per ottenere una pensione!!!

Chiediamo, dove troviamo un lavoro per i prossimi 17 anni? Si continuano a ripetere gli stessi errori, che hanno causato questo enorme debito, nessun privilegio o spesa superflua è stata ridotta. Si continua a penalizzare i lavoratori privati innalzando l’età pensionabile. Si esalta lo slogan, “giovani donne e Sud”, mancano i disoccupati over50 e il centro Italia. Invece di ridurre le disuguaglianze, con nuovi provvedimenti, e soprattutto con almeno tre milioni di nuovi posti di lavoro, si preferisce accrescere la frattura economica-sociale. Si annunciano riforme epocali, e si ripristinano le tasse sulla prima casa. A pagare sono sempre gli stessi, il nostro giudizio è profondamente negativo, le aspettative per il futuro sono deludenti.

Per informazioni, e per dare una mano, suggerimenti, chiamare o inviare un messaggio,al numero WhatsApp 334 7555 410. Chi vuole seguirci siamo anche su Facebook, basta cliccare “Disoccupati Piceni”, ed essere informati sulle prossime iniziative.


dal Comitato dei Disoccupati del Piceno





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2021 alle 15:22 sul giornale del 04 maggio 2021 - 134 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comitato dei Disoccupati del Piceno, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1wb





logoEV