Pressing UGL al 'Venerabile Marcucci', richiesta di immediato rientro a lavoro del rsa: "Senza spazi negoziali rimane il ricorso Giuridico"

1' di lettura 26/05/2021 - La UGL Salute ha scritto alla Kos Servizi ed alla Kos Care srl, Gruppo Kos catena di comando del Centro Riabilitazione “Venerabile Marcucci” di Ascoli Piceno che gli impegni lavorativi demandati al rsa UGL salute sono impegni lavorativi che tutti permangono in essere all'interno della Struttura, ma sono stati spostati ad altre unità lavorative. Pertanto il Sindacato ha chiesto ed in maniera ultimativa il rientro immediato al lavoro del proprio RSA UGL- Salute.

Quanto sta accadendo al “Venerabile Marcucci” è un caso eclatante che tocca sensibilità e dignità della Persona e vuole annullare diritti ed agibilità sindacali.

La messa in FIS ( fondo integrazione salariale ) di un solo lavoratore, il rsa UGL, delegando le mansioni lavortive svolte ad altri lavoratori è un fatto assolutamente anomalo ed arbitrario; si discrimina un lavoratore e si taglia l'erba sotto i piedi ad un sindacato come la UGL che si considera “scomodo”.

La UGL Salute sta tentando di interloquire con i resposabili KOS per un tavolo negoziale di trasparente chiarificazione; macchè sembra calare il sipario del silenzio. Eppure lascia basiti l'atteggiamento dal sapore così “selvaggio” di una Struttura Sanitaria rinomata e ad alto livello di Eccellenza.

La Sede naturale della dovuta interlocuzione è certamente quella Giuridica; la imboccheremo con la opportuna determinazione per ripristinare Diritti e rispetto delle Regole Sindacali; calpestarli è ledere irrimediabilmente la Democrazia Sindacale nel luogo di Lavoro.


da Segreteria Provinciale UGL Salute





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2021 alle 16:56 sul giornale del 27 maggio 2021 - 147 letture

In questo articolo si parla di lavoro, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b4Dv





logoEV
logoEV