Acquasanta: Mulattiere Acquasanta fotografi in residenza, esposizione presso il Forte Malatesta

4' di lettura 21/09/2021 - L’esposizione conclude il progetto di residenza d’artista Mulattiere Acquasanta , curato da Serena Marchionni per ikonemi , centro indipendente per la fotografia e le immagini di paesaggio. Sette sono stati gli artisti coinvolti, in ordine alfabetico, Andrea Alessandrini, Daniele Cinciripini, il duo Nicola Domaneschi / Marco Verdi, Francesca Iovene, Iacopo Pasqui e Arianna Sanesi

L’inaugurazione sarà venerdì 24 settembre alle ore 16, mentre sabato 2 ottobre dalle ore 16 è previsto un incontro con gli artist* che a seguire accompagneranno il pubblico in visita. L’esposizione sarà visitabile fino al 10 ottobre, gli orari di apertura sono i seguenti: martedì e giovedì 10-13, mercoledì e venerdì 15-18, festivi e prefestivi 10-13 e 15 -18, lunedì
chiuso.

In mostra saranno presentate per la prima volta le opere realizzate durante il periodo di residenza a Fornara di Acquasanta Terme tra il 16 e il 31 ottobre 2020. Gli artist* , hanno condiviso tempi e spazi di lavoro ed esplorato insieme i 140km di sentieri e mulattiere oggetto del ripristino e valorizzazione ad opera del progetto Le antiche vie Mulattiere dell’Acquasantano. Indispensabili per la buona riuscita della residenza sono stati i resident*, custod* e conoscitor* espert* di questi luoghi, che nonostante il difficile periodo pandemico e le relative zonizzazioni, ci hanno accolto e guidato.


L’arte in questa residenza è stata interpretata come un modo di agire polifonico. Sono stat* coinvolt* artist* divers* per poetica e professione e invitat* a produrre un lavoro individuale condividendo metodi e fasi di produzione. Questa comunione di tempi, prassi e spazi -insieme alla guida dei residenti- sono stati fattori essenziali per scongiurare ogni possibile forma di narcisismo solipsistico, e fondamentali per legare nella relazione coi luoghi ogni opera.

Il fine ultimo di questa esperienza è quello di contribuire a rigenerare l’immaginario dell’Acquasantano attraverso l’arte quale forma libera di conoscenza intuitiva.

Le opere, gli artist*
Tutt* gli artist* coinvolt* lavorano principalmente con il medium fotografico. Il duo Marco Verdi e Nicola Domaneschi, che abitualmente concentra la propria ricerca su fotografia documentaria e sound art, in questa occasione ha deciso creare un’opera sonora fruibile in quadrifonia (allestita nella sala di Santa Maria del Lago) dal titolo “memorie sfiorate”; il
montaggio di suoni materici, registrati sul campo e voci invita a intraprendere un percorso intimo di ricordo. Arianna Sanesi ha costruito un percorso visuale che lega i simboli e gli attributi dell’antico carnevale degli Zanni di Pozza e Umito agli elementi misteriosi naturali di questi luoghi. Francesca Iovene presenta una serie fotografica in cui ogni immagine è
uno stato d'animo, un movimento interiore di ricerca di familiarità e prossimità con lo spazio che diventa "casa". Al centro dell’opera di Daniele Cinciripini una riflessione sulla relazione tra corpo paesaggio, percezione e rappresentazione, incarnata tra le valli e le creste dell’Acquasantano. Andrea Alessandrini ha creato un’opera fotografica che come una moderna wunderkammer presenta una collezione di meraviglie immortalate lungo i sentieri. Iacopo Pasqui trae ispirazione da una fantasia di noir per indagare il rapporto uomo/natura e il sentimento di paura che si manifesta nel contatto con l’elemento naturale.

Le Antiche vie Mulattiere dell’Acquasantano il macro-progetto
Ikonemi è partner del macro-progetto Le antiche vie mulattiere dell’Acquasantano, e ha partecipato alla realizzazione della documentazione fotografica delle fasi del ripristino e riapertura delle vie mulattiere del comune di Acquasanta Terme. Questa attività ha rappresentato un’occasione unica per essere testimoni oculari di un evento di tutela e valorizzazione del paesaggio dell’entroterra marchigiano.

Le Antiche Vie Mulattiere dell’Acquasantano è un progetto realizzato dal Comune di Acquasanta Terme e dall'Ass.ne Turistica Pro Acquasanta Terme, insieme alla Fondazione Carisap e una rete di partner nell’ambito di Masterplan Terremoto.
L’iniziativa promuove il territorio Acquasantano attraverso il ripristino, la mappatura e la valorizzazione dell’antica rete di sentieri che collega i borghi del comune di Acquasanta Terme con i mulini, i castelli, le abbazie e i paesi del vicino Abruzzo. Le attività mirano ad unire le risorse della comunità locale per creare nuove opportunità di sviluppo all’insegna
di un turismo esperienziale e sostenibile, esse comprendono: percorsi naturalistici e storico-culturali, tour enogastronomici, eventi e laboratori.
La mostra è realizzata in collaborazione con Il Comune di Ascoli Piceno, I Musei Civici di Ascoli Piceno, Integra e Picchio, e prodotta con il prezioso sostegno dei due sponsor tecnici: Fotofabbrica e Rufus Photo Hub.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2021 alle 12:53 sul giornale del 22 settembre 2021 - 158 letture

In questo articolo si parla di cultura, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ckkv





logoEV
logoEV