Ameli (PD): "Inaccettabile il taglio degli stipendi del personale sanitario dell’Area Vasta 5"

Francesco Ameli 2' di lettura 22/01/2022 - Il taglio degli stipendi del personale sanitario agita i dipendenti ed accende i fari della politica.

Ad intervenire è il neo segretario provinciale del Partito Democratico Francesco Ameli “L’AV5 ha deciso di dimezzare già da questo mese le indennità contrattuali degli stipendi dei lavoratori del comparso sanità: per intenderci il festivo, notturno, straordinario etc, mentre dal prossimo mese addirittura quest’ultime non saranno pagate (con un taglio in busta paga di 400/500 euro)! Siamo l’unica Area Vasta delle marche nella quale accade tutto ciò” accusa l’esponente dem “perché nelle altre parti della regione no?” “Il Partito Democratico della Provincia di Ascoli Piceno” prosegue Ameli, che da sempre segue la tematica sanitaria nel Piceno “si è già attivato attraverso i propri rappresentanti istituzionali, e ringrazio per questo il consigliere regionale Anna Casini che nella giornata odierna ha presentato una mozione urgente in regione per chiedere di provvedere immediatamente allo stanziamento fondi per il personale dell’AV5, gravemente colpito ed umiliato dalla decisione dell’Area Vasta 5.”

“Non bastava l’emergenza pandemica a tenere sotto scacco il personale del comparto sanitario” accusa Ameli “ora si aggiunge anche una busta paga ridotta al lumicino! Il personale del comparto, compresi infemieri ed oss degli ospedali di Ascoli e San Benedetto vedranno dimezzate inaspettatamente e senza preavviso le voci del salario accessorio. Uno scandalo” l’affondo dell’esponente dem “se pensiamo che la Regione Marche ha trovato 50 milioni di euro per gli impianti di risalita nel maceratese ma non ne trova neanche uno per il personale sanitario del piceno.” “Una doccia fredda per tutti quegli operatori che credono nel loro lavoro e non si sono mai tirato indietro nelle difficoltà del periodo” commenta Ameli “anche alla luce degli sconsiderati aumenti delle bollette. Purtroppo duole constatare che i rappresentanti del Piceno nella maggioranza regionale (Castelli, Latini, Antonini ed Assenti) e l’amministrazione comunale tacciono su questo scempio. Li invito personalmente a non restare indifferenti ed attivarsi per rimediare al danno creato.”

“Nel piceno si è perpetuato un tradimento senza precedenti nei confronti dei lavoratori che se non troverà soluzioni immediate porterà al caos con inevitabili assenze del personale nei turni di straordinario ed un abbassamento della qualità dell’assistenza ospedaliera. C’era chi in campagna elettorale scriveva “mai più cenerentola delle Marche” in effetti aveva ragione” commenta sarcasticamente Ameli “con la giunta Acquaroli nel piceno non c’è rimasta più neanche la scarpetta di cenerentola.”


Da Federazione Provinciale Partito Democratico Piceno





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2022 alle 15:30 sul giornale del 24 gennaio 2022 - 134 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cGVR