Folignano: 21° Giornata Mondiale del Rifugiato, in Piazza Simon Bolivar, a Villa Pigna, inaugurazione del murales

5' di lettura 21/06/2022 - In occasione della 21° Giornata Mondiale del Rifugiato, lunedì 20 giugno 2020 in Piazza Simon Bolivar, a Villa Pigna, si è svolta la Conferenza Stampa per l’inaugurazione del murales sito nei pressi della piazza.

Il murales nasce dalla restituzione finale di un’attività-gioco di sensibilizzazione organizzata dalla
Cooperativa On the Road nell’ambito del Festival Terra Madre, in collaborazione con la ludoteca, l’oratorio
San Luca e i gruppi Scout Masci e Agesci di Folignano. Durante il laboratorio ludico-creativo, ragazzi e
ragazze dagli 11 anni in su hanno sperimentato in prima persona il percorso migratorio e gli ostacoli che i
rifugiati e le rifugiate incontrano per arrivare e rimanere in Italia. Grazie al laboratorio di pittura dell’artista
Urka, dalle impressioni finali dell’attività-gioco è stato elaborato il murales, di cui ragazzi/e e i beneficiari
del progetto SAI di Folignano della Cooperativa On the Road hanno ideato e realizzato il disegno, sotto la
guida dell’artista.


Alla conferenza erano presenti il Sindaco di Folignano Matteo Terrani, l’Assessore alle Politiche sociali con
delega all’accoglienza e all’integrazione Costantino Nepi e la Consigliera delegata alla cultura Laura Addis in
rappresentanza del Comune di Folignano, Roberto Trisciani in rappresentanza del gruppo Scout MASCI di
Folignano, Silvia Fabrizi, Responsabile dell’Area Inclusione e Lorena Troiani, Coordinatrice del SAI di
Folignano, in rappresentanza della Cooperativa On the Road.

L’amministrazione comunale ha tenuto a sottolineare l’importanza della Giornata Mondiale del Rifugiato
come momento per ricordare e sensibilizzare sulla condizione di chi è costretto a fuggire dalla propria terra,
ringraziando, inoltre, il significativo sforzo della Cooperativa On the Road (con cui il Comune di Folignano
collabora ormai da un anno) sia nel lavoro quotidiano che nell’organizzazione di un’attività simbolica volta a
sensibilizzare famiglie e giovani su quella che è la condizione dei rifugiati e delle rifugiate nel mondo,
augurandosi che iniziative come queste siano l’inizio di un rapporto sempre più proficuo tra il Comune di
Folignano e la Cooperativa On the Road. In una prospettiva di miglioramento, la Consigliera delegata alla
cultura Laura Addis, ha evidenziato l’importanza di dare ampio respiro ad attività del genere all’interno
dell’ambiente scolastico e dei centri estivi, poiché sono eventi che possono fare la differenza per
accompagnare giovani uomini e donne del futuro a diventare persone migliori.

L’assessore alle Politiche
Sociali con delega all’accoglienza e all’integrazione Costantino Nepi ha ringraziato per l’organizzazione e la
partecipazione il gruppo scout Masci di Folignano, il gruppo Scout Agesci Folignano 1 e l’oratorio San Luca.
Un ulteriore ringraziamento è andato alla CGIL, che, in partenariato con la Cooperativa On the Road, ha
organizzato e finanziato l’iniziativa, con un riferimento particolare al Progetto Schubh, di cui la CGIL è ente
capofila, che si rivolge a titolari di protezione internazionale usciti o in uscita dal circuito di accoglienza
entro 18 mesi per promuovere l’autonomia socio-economica nel contesto territoriale. Infine, ha ringraziato
l’artista Urka per il lavoro svolto, con la speranza di poter continuare a migliorare l’arredo urbano con
murales significativi su questa stessa tema.

Il sindaco Matteo Terrani ha messo l’accento sull’importante sinergia creatasi tra il Comune di Folignano, la
Cooperativa On the Road e la comunità cattolica di Folignano, che ha portato alla realizzazione di progetti
di integrazione proprio nel cuore urbano di Villa Pigna: “dobbiamo continuare a realizzare quello che
abbiamo fatto fin qui, perché penso che ce ne sia bisogno” ha affermato il sindaco Terrani “perché penso
che questa comunità si sia dimostrata una comunità matura e possiamo continuare nei prossimi anni, sulla
scorta di questi percorso, a fare meglio e ad accogliere quante più persone hanno necessità di venire qui e di
integrarsi nel tessuto sociale aggregativo.”

Per Silvia Fabrizi, Responsabile dell’Area Inclusione della Cooperativa On the Road, Cooperativa che da
circa 30 anni opera sul territorio nella tutela dei diritti umani e nell’implementazione di progetti volti
all’autonomia e all’inclusione sociale e lavorativa di uomini e donne in situazione di vulnerabilità, l’iniziativa
svolta ha incarnato il senso e la mission principale dei progetti di On the Road: dialogare con il territorio,
vivere le comunità e creare connessioni.
“Ciascuno è portatore di un vissuto e di una ricchezza che può essere spesa e valorizzata. L’arte è stato il
mezzo che ha permesso di incontrarci e conoscerci, e pone le basi di un’apertura che abbatte i muri e le
frontiere. L’accoglienza non è un lusso ma un dovere e siamo lieti di aver trovato a Villa Pigna una comunità
viva, attenta e disponibile a mettersi in gioco ed un’amministrazione che si è spesa ed è stata capace di
cogliere la ricchezza e il valore della reciprocità.” Silvia Fabrizi, Responsabile dell’Area Inclusione della
Cooperativa On the Road
Lorena Troiani, Coordinatrice del SAI di Folignano della Cooperativa On the Road ha spiegato che l’obiettivo
principale del progetto è quello di promuovere un modello di accoglienza integrata che aiuti il beneficiario a
riconquistare la propria autonomia, insieme ad un lavoro parallelo di sviluppo di un impatto sociale che sia
il più possibile positivo, per sensibilizzare la cittadinanza che accoglie e aiutare questo processo di
integrazione soprattutto socio-economica: “di solito il nostro lavoro è fatto un po’ in silenzio, ci facciamo
vedere poco e spesso e volentieri la cittadinanza non sa nemmeno che ci siamo. La Giornata Mondiale del
Rifugiato è un modo per ricordare e celebrare il coraggio di tutte queste persone che decidono di lasciare la
propria terra e i propri affetti, è un momento di incontro, di riflessione e di sensibilizzazione e proprio grazie
alla riflessione sui temi della fuga, dell’ingiustizia, della mancanza di libertà, attraverso un laboratorio
ludico creativo fatto dai ragazzi scout e dell’oratorio, è nato il progetto di urka e quindi il murales.” Lorena
Troiani, Coordinatrice del SAI di Folignano della Cooperativa On the Road.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2022 alle 18:42 sul giornale del 22 giugno 2022 - 114 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dcjr





logoEV
logoEV