Auto: alla Coppa Teodori successo dell'organizzazione e del pubblico

4' di lettura 30/06/2022 - L’attesa Coppa Paolino Teodori è passata in archivio, con oltre 200 piloti al via, un bilancio meteo perfetto ed il ritorno della passione lungo i circa 5 km del percorso da Colle San Marco a San Giacomo.

Le forze dell’ordine hanno coadiuvato nel migliore dei modi lo staff della direzione gara per contenere in certe curve “calde” il posizionamento degli appassionati che fin dalla prima mattina hanno dato vita a due giornate di entusiasmo per prove e gara. I protagonisti in corsa hanno dato tutto, peccato solo non aver potuto ammirare il solito confronto a due tra Faggioli e Merli, per il pilota trentino che ha lasciato Ascoli dopo le prove ufficiali del sabato, giudicando pericolosa la variante imposta all’organizzazione solo a metà settimana nella parte alta, la più veloce del percorso. Il campione toscano ha scritto così per la 13^ volta il suo nome nell’albo d’oro della Teodori.

Il Gruppo Sportivo dell’AC ascolano, coadiuvato dall’Automobile Club ha saputo preparare un evento ottimo sotto tutti i punti di vista. Il presidente Giovanni Cuccioloni, tornato pilota da alcune stagioni e amareggiato dall’incidente che lo ha estromesso in gara1, ha espresso questa opinione sulla variante: “Se doveva essere un palliativo per ridurre una tantum il problema delle velocità massime, si può accettare. Visto che però il problema riguarda solo poche vetture di vertice, non è questa la soluzione ideale e come me molti addetti al lavori la pensano allo stesso modo. Sarebbe più efficace intervenire sull’abbassamento delle potenze e l’aumento del peso, anche perché chi organizza, sa bene quanto impegno profondiamo da anni nel garantire la massima sicurezza passiva possibile.”

I premi speciali sono andati all’ascolano Pierluigi Terrani, ds del Gruppo Sportivo (Trofeo Innocenzo Cenciarini per le presenze al via), al teramano Gabriele Di Domenico (Trofeo Emidio Cappelli per il più giovane debuttante) e all’osimano Antonio Angiolani (Trofeo Bibite Paoletti per il miglior tempo tra le auto storiche). Riguardo alle classifiche, nel precedente comunicato dopo la gara abbiamo considerato per semplificazione come nelle precedenti edizioni, tutti i partecipanti alla manifestazione. Per le validità come abbiamo sempre riferito in sede di presentazione erano in lizza i piloti iscritti alle serie nazionali CIVM e TIVM, oltre alla Coppa FIA Internazionale, dove il migliore è risultato il francese Sebastien Petit, terzo assoluto nella classifica generale di tutti i partecipanti. Per effetto di questo sistema, utilizzato solo per avere la scala dei valori, abbiamo indicato ad esempio Adriano Vellei quale miglior marchigiano e 11° assoluto, mentre in realtà il veloce ed esperto pilota ascolano è stato premiato da Acisport sul podio di San Giacomo quale 9° classificato del CIVM, così come Stefano Di Fulvio è arrivato terzo sempre nel CIVM. Bellissimo il retropodio con Piazza del Popolo di Ascoli.

L’edizione 2022 è coincisa con il centenario della nascita del pilota sambenedettese Pietro Laureati, protagonista dal 1953 al 1983 dell’automobilismo. Come pilota-gentlemen ha ravvivato lo sport piceno dalle ultime edizioni della Mille Miglia alla Targa Florio (le prime volte anche andando e tornando con la vettura da gara) e a innumerevoli cronoscalate compresa naturalmente la Coppa Teodori, con molte vittorie anche assolute al volante di prestigiose vetture dalla Fiat 500 Topolino, Alfa Romeo Giulietta SV ed SZ, all’Alfa Romeo 33 stradale, Simca-Abarth 1300, Abarth 2000, fino all’Osella Pa7-Bmw alla Coppa Teodori del 1983. Ingegnere di professione, per venti anni presidente dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di San Benedetto del Tronto, coinvolgendo la città nel percorso della Tirreno-Adriatico ciclistica fin dall’inizio, ha preso parte con i carri della città al Carnevale di Dusseldorf, ha promosso la riviera picena a livello di visibilità e di attività turistica. Ha perfino incentivato la presenza delle palme sulla costa ed ha progettato la parte del rinomato lungomare cittadino e anche una variante collinare della Statale Adriatica che però non ha avuto seguito. Un personaggio apprezzato e ricordato da molti per le sue competenze e per la sua grande passione sportiva.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2022 alle 15:40 sul giornale del 01 luglio 2022 - 115 letture

In questo articolo si parla di sport, ascoli piceno, Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddHr





logoEV