Il rischio biologico nelle attività Agro-Zootecniche, una guida nazionale Inail per saperne di più. Il ruolo della sede di Ascoli

2' di lettura 14/09/2022 - Pubblicata dall’INAIL una guida per i rischi delle attività agro-zootecniche. È un prontuario per i lavoratori impegnati in agricoltura e in zootecnia; è un riepilogo su rischi biologici, pericoli e patologie ricorrenti nelle attività agro-zootecniche.

È stata realizzata dai Dipartimenti di ricerca dell’Istituto e dalla sede territoriale di Ascoli Piceno.

L’obiettivo è quello di promuovere la salvaguardia della salute occupazionale nel rispetto della normativa vigente in tema di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro.

I dati Inail sugli infortuni evidenziano che nel settore agricolo, da gennaio a ottobre 2021, sono stati denunciati oltre 22mila infortuni sul lavoro, con un incremento dell’1,4%.

Nello stesso periodo, sono pervenute più di 7mila denunce di malattie professionali (+ 20,8%) e 112 denunce di casi mortali, pari al +19,1%.

Diverse sono le motivazioni: utilizzo di macchinari privi dei requisiti essenziali di sicurezza, uso di determinate materie prime, processi lavorativi non standardizzati, malfunzionamento e scarsa manutenzione degli impianti di ventilazione dell’aria, condizioni igienico-sanitarie precarie, contatto con fluidi biologici di origine animale.

Inoltre, il ricorso a figure professionali non specializzate, la mancata attuazione della In-formazione rendono difficile l’applicazione delle misure di prevenzione dei rischi lavorativi.

La pubblicazione nello specifico riguarda le Norme, misure di prevenzione e dispositivi di protezione, caratteristiche degli agenti biologici di rischio in ambito agro-zootecnico e sulle infezioni occupazionali causate anche da malattie emergenti.

Infine, è stata posta particolare attenzione ad alcuni agenti biologici emergenti.

Fra queste, la più recente a essere segnalata dalle cronache è la febbre West Nile, malattia provocata dal virus omonimo proveniente da uccelli selvatici e da alcuni tipi di zanzare attraverso la puntura, che colpisce l’uomo e altri mammiferi. L’infezione può rappresentare un rischio per i lavoratori impegnati in attività agricole svolte in ambienti esterni a contatto con gli animali.

Rischio biologico nelle attività Agro-Zootecniche






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-09-2022 alle 15:26 sul giornale del 15 settembre 2022 - 134 letture

In questo articolo si parla di attualità, inail, incidenti, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dpJQ





logoEV
logoEV