Offida: quale futuro per il vino biologico?

vino 1' di lettura 07/10/2022 - Quale futuro per il vino biologico. Si parlerà di questo tema nell’incontro organizzato dalla cooperativa agricola Vinea e dal Consorzio Il Biologico l’11 ottobre alle 9.30 nell’Enoteca regionale di Offida. Sarà un confronto su un mercato del vino dinamico e sempre più interessante per i produttori e i consumatori.

Dopo i saluti delle autorità, Ido Perozzi, presidente Vinea, introdurrà l’iniziativa. Seguirà la presentazione dei due organizzatori del convegno “Il vino biologico. Quale futuro?”, Vinea e Consorzio Il Biologico, e l’intervento di Simone Cecchettini, responsabile regionale Legacoop Agroalimentare e Pesca Marche.

Gli altri relatori tracceranno un quadro sul vino biologico nell’Unione europea portando ad esempio quanto succede in altri Paesi. Amelie Steu, Ifoam Eu, organizzazione europea a tutela della produzione biologica, parlerà de’ “Il biologico nel contesto europeo e la nuova Pac-Politica agricola comune” mentre Denis Pantini, Nomisma, interverrà su “Il mercato del vino biologico”.

Un esempio di gestione del comparto vitivinicolo di Oltralpe sarà presentato nell’intervento “Il vino biologico in Francia e lo sviluppo del biologico nella regione di Bordeaux” a cura di Vincent Mercier, presidente della Commissione vitivinicola biologica di Nouvelle-Aquitaine e viticoltore a Bordeaux, e di Alice Luisi, referente filiera vitivinicola bio Interbio Nouvelle-Aquitaine.

Giuseppe Maio, Ccpb, parlerà di come “Certificare la sostenibilità nella filiera vitivinicola”, mentre Lorenzo Bisogni, dirigente Servizio Agricoltura Regione Marche, aggiornerà i partecipanti su “La politica europea “farm to fork” 2030; obiettivi e strategie nella Regione Marche”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-10-2022 alle 16:06 sul giornale del 08 ottobre 2022 - 74 letture

In questo articolo si parla di attualità, vino, legacoop, cooperative, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/duz7