SEI IN > VIVERE ASCOLI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Sanità, NurSind-USB-Nursing Up: "Ultimo colpo di grazia ai dipendenti e cittadini del Piceno"

3' di lettura
98

Sanità|
Spiace constatare alle scriventi OOSS, con questa segnalazione/denuncia alle S.V. qualora non ne foste a conoscenza, che:

le nostre ragioni rappresentate nell’ultimo Anno fino ad arrivare allo Sciopero del 16 dicembre 2022 non solo erano giuste, di fatto l’ASUR prima di finire la sua “missione” ha con determine n.988DG con oggetto “piano triennale dei fabbisogni del personale (2022-2024) e revisione della Dotazione Organica di cui alla determina ASURDG n.452/2022: ritiro e riproposizione alla luce delle disposizioni regionale in applicazione LR19/22” e con Determina 990DG con oggetto “ Area Negoziale Comparto. Determinazione Fondi contrattuali definitivi dei dipendenti dell’ASUR Marche anno 2020 e 2021” ha disposto un ulteriore e pesantissimo pugno in faccia sia ai lavoratori, NON RIDETERMINANDO I FONDI CONTRATTUALI CHE LORO STESSI HANNO DOVUTO APPROVARE DI RECENTE, al tavolo regionale, ottenuto grazie alla mobilitazione dei lavoratori, ESSERE INFERIORI DI 1000 EURO PRO CAPITE RENDENDO I LAVORATORI AV5 I PIU POVERI DELLE MARCHE e sia ai cittadini del Piceno, sottraendo le già carenti risorse per la spesa al personale della sanità di ulteriori 1 mln 800 mila euro con una perdita del personale di 150 infermieri e OSS, attuando una vera e propria discriminazione dato che tutte le AST da Pesaro a Fermo hanno avuto consistenti aumenti per il 2023 per la spesa al personale!!

In totale l’ASUR ha assegnato per il 2023 un aumento di spesa per il personale di 12 mln di euro e solo nella Sanita del Piceno hanno incomprensibilmente e inverosimilmente sottratto
1 mln e 800 mila euro!!

Una decisione irrazionale e inaccettabile! La Sanità del Piceno ancora una volta viene pesantemente penalizzata rispetto a tutti gli altri territori! È ora di dire BASTA!

Un vero e proprio attacco, da parte dell’ASUR, alla nostra Sanità Pubblica, che grida vendetta e che richiede una forte reazione di tutte le istituzioni e cittadini.
Le scriventi Organizzazioni Sindacali certamente non staranno a guardare!
Abbiamo già proclamato il primo sciopero il 16 dicembre 2022 e non esiteremo a proclamare altro Sciopero se non si daranno le giuste risorse economiche per garantire sanità pubblica ai cittadini del Piceno e la giusta retribuzione a tutti gli Infermieri OSS e tutti i professionisti e operatori della salute in particolar modo.

Per tutto quanto sopra descritto chiediamo agli organi in indirizzo in primis al Presidente e Assessore alla Sanita di rimediare urgentemente a tale scempio. Chiediamo inoltre, un incontro rispetto a quanto sopra descritto che ci viene negato da mesi. Rispetto anche alla discriminazione economica subita da anni dai lavoratori chiediamo alla Regione risposte e risorse economiche per dare una risposta che manca da troppo tempo.
Il tempo delle promesse è terminato…è tempo di individuare risposte concrete e tangibili.
Cosi come chiediamo un incontro agli altri in indirizzo in primis Consiglieri Regionali del Piceno.

E ai Sindaci a cui chiediamo con forza di convocare con rapidità la Conferenza dei Sindaci, aperta a tutta la cittadinanza, per discutere e decidere le modalità per contrastare tale disegno di smantellamento della sanita pubblica del piceno.
In attesa di positivo riscontro

In caso contrario le scriventi non potranno esimersi dal continuare con le forme ritenute idonee per la mobilitazione del personale del Comparto e della cittadinanza tutta!



da NurSind Ascoli Piceno - USB Ascoli Piceno - Nursing Up Ascoli Piceno
Maurizio Pelosi       -       Mauro Giuliani       -       Roberto Tassi


Sanità|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-01-2023 alle 15:34 sul giornale del 27 gennaio 2023 - 98 letture






qrcode