SEI IN > VIVERE ASCOLI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ospedale, assemblea dei tecnici di radiologia: "Contrari alla nuova riorganizzazione del servizio"

2' di lettura
208

Il 17 aprile 2024, si è tenuta presso l’aula sindacale di Ascoli Piceno l'assemblea dei lavoratori del comparto della radiologia di Ascoli Piceno, con la presenza dei rappresentanti Dirigenti Sindacali Maurizio Pelosi, Cinaglia Patrizia e Mauro Giuliani.

La riunione ha preso avvio con i saluti del Segretario Provinciale Pelosi e Giuliani, i quali hanno accolto i presenti e hanno concesso la parola ai Tecnici di Radiologia per esporre le problematiche che hanno richiesto l'intervento del Sindacato NurSind e USB.

Nel turno notturno, la presenza di un solo Tecnico nella Radiologia del Pronto Soccorso è palesemente insufficiente per garantire un'ottimale erogazione dei servizi, considerando che durante la notte si registrano approssimativamente una ventina di prestazioni.

La probabilità di due urgenze contemporanee tra il Blocco Operatorio e l'Emodinamica è estremamente elevata, rendendo del tutto impensabile che il tecnico di guardia possa lasciare la postazione del Pronto Soccorso per intervenire su una emergenza, mentre il tecnico reperibile viene chiamato per affrontare l'altra situazione d'emergenza. Questa modalità organizzativa potrebbe portare a un sovraccarico del Pronto Soccorso nel caso si verifichino contemporaneamente due emergenze, rendendo necessaria la gestione di entrambe.

In situazioni simili, il rischio clinico è estremamente elevato e la rapidità dell'intervento è fondamentale. Pertanto, è indispensabile avere due tecnici in servizio durante il turno notturno.

Le affermazioni dell'AST AP riguardo all'aumento delle prestazioni diagnostiche tramite questa riorganizzazione non sono affatto realistiche. Per incrementare tali prestazioni, è urgente assumere nuovo personale tecnico di radiologia, considerando che ad Ascoli non sono stati sostituiti circa 7 dipendenti a causa di pensionamenti e dimissioni.

Questa “riorganizzazione” aziendale non fa che ridurre servizi, e la qualità del lavoro del personale coinvolto, mettendo a rischio la sicurezza dei servizi offerti all'utenza. Di conseguenza, tutto il peso del carico di lavoro e dell'onere finanziario ricadrà direttamente sui lavoratori. Il tecnico di radiologia in pronta disponibilità sarà costretto ad essere sempre in servizio, mentre le ore straordinarie saranno pagate tramite fondi contrattuali insufficienti.

I fondi contrattuali, sono stati richiesti ripetutamente per conoscere il consultivo del 2023, ma ad oggi non sono ancora stati comunicati. Inoltre, l'AST AP ha completamente trascurato e dimenticato di presentare il piano di emergenza-urgenza, che avrebbe dovuto essere consegnato all'inizio dell'anno.

CHIEDIAMO:

In modo categorico, che un tecnico di radiologia sia assegnato esclusivamente alla Radiologia del Pronto Soccorso di Ascoli Piceno, operando 24 ore su 24 con il necessario supporto, per evitare lunghe attese o, ancor peggio, il rinvio dell’utenza al giorno successivo.

In aggiunta, chiediamo la presenza di un secondo tecnico di radiologia durante le ore notturne per gestire le urgenze/emergenze del presidio di Ascoli Piceno, insieme alla conferma della pronta disponibilità del tecnico di radiologia per le urgenze dell’emodinamica.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2024 alle 15:21 sul giornale del 24 aprile 2024 - 208 letture






qrcode